Skip to main content

Il weekend del 25 e 26 maggio si è tenuta la trentunesima edizione di Cantine Aperte, un evento ideato dal Movimento del Turismo del Vino che promuove l’enoturismo attraverso un format che porta gli enoturisti “on the road” abbracciando tutto il panorama vitivinicolo umbro dai territori di Amelia, Colli Alto Tiberini, Colli del Trasimeno, Colli Perugini, Assisi, Torgiano, Montefalco, Colli Martani, Spoleto, Orvieto, Lago di Corbara e Todi, tutti visibili nel sito del Movimento al fine di sostenere, attraverso lo slogan dell’evento,  #vedicosabevi, una maggior sensibilità sul tema non solo culturale ed eno-gastronomico ma anche sociale.

Cantine Aperte diventa così sinonimo di accoglienza, tout court.

Accoglienza non solo enoturistica, ma di apertura al turista, all’appassionato, al fine conoscitore o al curioso, nella maniera più genuina. E’ in questi momenti che si scoprono le persone dietro le bottiglie. Si parla amabilmente con i proprietari, si conoscono le generazioni passate e future. I figli che crescendo si avvicinano alla cantina. È questo lo spirito di Cantine Aperte in Umbria: io mi apro alla tua curiosità.
E allora si imbastiscono banchetti, tavolate, prati colorati di coperte e calici, chiacchierando di vino, naturalmente, ma anche di cose che appartengono alla spensieratezza che l’evento regala intrinsecamente. 

Cantine Aperte 2024 - vino rosso in vigna

Questa è la mia personale esperienza, partecipando a questa edizione e ascoltando l’allegro vociare di tutti partecipanti, di chi chiedeva qualcosa di più sul vino stappato e di chi voleva conoscere la storia dietro la cantina.

L’edizione 2024 di Cantine Aperte ha visto la partecipazione di ben 47 cantine: ogni cantina ha aperto le proprie porte ai visitatori, ha regalato diverse tipologie di esperienze da degustazioni e  visite guidate, degustazioni di verticali, da un’annata più giovane ad una più datata, assaggiando e conoscendo vitigni come il Sagrantino, il Grechetto, il Trebbiano Spoletino, il Canaiolo, il Gamay del Trasimeno, degustazioni e visite nei Musei locali, o ancora cooking class,  degustazioni accompagnate da Street food locale, o prodotti come salumi, formaggi e confetture prodotte dalla stessa azienda, accompagnamenti musicali e dj set, e ancora bike tour e pic nic con panorami mozzafiato.

Insomma una vasta gamma di opportunità esperienziali per godere dei paesaggi umbri, tra filari pieni di fogliame di un verde brillante.

Ogni azienda ha saputo raccontare la propria storia e tradizione, produttori e vignaioli che custodiscono un sapere antico che tramandano di generazione in generazione, creando un legame tra il vino, il territorio e le persone.

La loro passione e dedizione, celata da sorrisi e pacche sulle spalle, hanno reso ogni visita un momento unico di condivisione e scoperta.

Cantine Aperte 2024 - degustazioni - vino bianco