Skip to main content

L’Umbria, data la sua morfologia, non sembrerebbe essere una regione adatta alle esplorazioni in bicicletta, ma in realtà ci sono bellissime ciclovie che attraversano l’intera regione. 

L’Umbria è un territorio collinare che a prima vista potrebbe sembrare ostile agli amanti dei tour in bicicletta. Invece, disseminati sul suolo regionale ci sono moltissimi percorsi ciclabili che si srotolano per chilometri tra bellezze naturalistiche e architettoniche dal gusto tutto umbro.

Partiamo da un itinerario perfetto per qualsiasi ciclista: la ciclovia del Tevere. Il percorso, suddivisibile in due tappe da 44.5 km e 40.6 km, attraversa i paesaggi della Valtiberina umbra. In queste zone le acque del Tevere sono incantevoli nella loro trasparenza cristallina e sono arricchite da una fitta vegetazione che cresce lungo le sponde del fiume.

La bellezza naturalistica del percorso è completata dalle perle architettoniche attraverso cui passa la ciclovia. La prima tappa parte da San Giustino – antico borgo medievale umbro, noto per la coltivazione del tabacco – e arriva a Umbertide. Da qui parte la seconda tratta che arriva a Ponte San Giovanni, dove è possibile visitare l’Ipogeo dei Volumni.

La ciclovia Perugia – Trasimeno, come suggerito dal nome, è un percorso che parte dal capoluogo di provinciamostrandone sia il fascino verdeggiante che quello storico-culturale – per collegarsi alla ciclovia del Trasimeno. Questo itinerario ha una lunghezza di ben 58.2 km ed è un vero e proprio viaggio nei caratteristici panorami del lago. Anche in questo caso il percorso è prevalentemente pianeggiante e si addentra a fiancheggiare le sponde del lago, percorrendo il confine del parco regionale del Trasimeno. 

Lungo la ciclovia è possibile osservare numerosi punti di interesse. C’è l’oasi naturalistica La Valle che con i suoi 1000 ettari di canneti e acque basse è il luogo perfetto per gli appassionati di bird watching. San Feliciano è un’altra perla da visitare, conosciuta per gli splendidi tramonti che è possibile ammirare dalle sponde del lago.

Castiglione del lago, oltre a essere la meta di partenza di altri percorsi ciclabili, è una cittadina medievale che sorge su un promontorio collinare ed è ricca di chicche architettoniche di origine etrusca. Tuoro sul Trasimeno e Passignano sono altre due piccole tappe da poter fare durante l’itinerario, per concedersi un po’ di relax e una bibita ghiacciata lungolago. 

La via di Francesco è un lungo itinerario naturalistico e spirituale che si srotola per tutta la regione, da nord a sud, con meta finale Assisi. In sella alla propria bicicletta sarà possibile toccare alcuni dei luoghi più belli del territorio, nonché quelli più importanti per la vita del santo. La ciclovia si può percorrere sia da nord che da sud e, nel primo caso, la partenza è dal santuario toscano La Verna. Una volta entrato in Umbria, il percorso passa attraverso Città di Castello, Pietralunga, Gubbio e Perugia. 

L’itinerario è adatto ai ciclisti più esperti essendovi alcuni tratti impegnativi. Attraverso questi percorsi poco conosciuti si può ammirare il viso di un’Umbria naturalisticamente selvaggia e inedita. Se invece si decide di percorrere la strada da sud, l’itinerario – meno lungo e impegnativo – percorre i borghi della bassa Valnerina. Da Piediluco si potrà visitare Arrone o Ferentillo per poi fermarsi a Spoleto – città ricchissima di splendori artistici – Trevi, Foligno e Spello, dove meravigliose mura romane svettano in tutta la loro imponenza.

finocchietto - percorso bicicletta - Umbria