Skip to main content

Appassionati di storia e tradizioni dell’antica Roma?

Allora dal 24 al 26 maggio 2024, non lasciatevi scappare la nuova edizione di Ocriculm AD 168, il Festival che vi catapulterà  direttamente nella vita colorata e stimolante di un municipio romano del II secolo d.C!
La cornice sarà la suggestiva Area Archeologica di Otricoli, facilmente raggiungibile e comoda per tutti, completamente in piano tra prati ed antichi monumenti romani.
Ocriculum AD 168 non è solo una pura e semplice rievocazione storica, ma è anche un modo per regalare divertenti momenti di apprendimento attraverso seminari divulgativi e banchi didattici riguardanti la vita quotidiana, gli usi ed i costumi di quasi duemila anni fa.

foto Marco Miserini - Ocriculum AD 168!

In scena anche i ludi ginnici, le danze, i riti e la ricostruzione dell’antico Porto dell’Olio, chiamato così in onore della materia prima che qui veniva prodotta, oltre al commercio di prodotti fittili come le Coppe di Popilio.
Tanti gli stand presenti, con prodotti di artigianato, bevande e cibi della tradizione romana.

Ma perchè 168?
In questo anno venne condannato a morte Vittore, legionario romano e futuro patrono di Otricoli, poiché si rifiutò di negare la sua fede cristiana, anche dopo atroci supplizi.

Secondo la tradizione infatti, gli furono spezzate tutte le giunture del corpo, venne gettato e lasciato per tre giorni in una fornace ardente, gli fu versato olio bollente in bocca e sul corpo, fu scorticato vivo e ancora infinite torture.
Secondo un’altra antica tradizione locale, nel 171 venne riportato ad Otricoli dai suoi commilitoni, risalendo in barca il fiume Tevere; infine il suo corpo sarebbe stato nascosto in un piccolo ipogeo vicino al Tevere.

Gladiatori - Ocriculum AD 168!

Foto realizzate da Marco Miserini.