Skip to main content

Dal cantautorato alle degustazioni olfattive, dal jazz alla filosofia: il programma di eventi 2024 del Blueside Jazz Club di Perugia sta già partendo.

Esattamente al centro di Via Oberdan si trova il Blueside Jazz Club, piccolo ma affascinante concept store da poco diventato anche centro di condivisione culturale, che quest’anno promette di voler far parlare di sé e dei suoi eventi previsti per il nuovo anno in tutto il centro storico.

Il club perugino, vero e proprio concept store nel quale musica, arte e design si impegnano per unirsi grazie all’attività dell’Associazione Culturale Blueside Jazz Club, si prepara a ospitare una serie di eventi che arricchiranno l’atmosfera della città umbra con vibrazioni artistiche molto particolari anche se rivolte, a causa delle piccole dimensioni del club, a un numero ristretto di fortunati ascoltatori.

Il programma del Blueside Jazz Club per il 2024, annunciato la mattina di venerdì 16 febbraio da Roberto Falocci (Amministratore delegato di Blueside Emotional Design / Steroglass), Lisa Falocci (Marketing Manager Blueside Emotional Design) e Edoardo Tintori (Presidente Associazione Culturale Blueside Jazz Club), è stato pensato per essere un viaggio attraverso differenti aspetti della cultura, dai più uditivi (ad esempio il blues primordiale, le melodie soul di Stevie Wonder, la canzone d’autore italiana), ai più cognitivi (la filosofia), fino a quelli materici e gustativi (il vetro al centro del concept store e le degustazioni).

L’obiettivo dei creatori del programma culturale è quello di generare un luogo dove diverse forme di bellezza si incontrino e si fondano, regalando un’esperienza unica per visitatori e cittadini: un luogo che, possibilmente, non c’era a Perugia.

Blueside 2024 - lettura poesia

Gli eventi firmati Blueside inizieranno il 9 marzo, con l’iniziativa “Note di Blues”, un evento che vedrà la Bluesy Mood Band esplorare i classici del blues in una chiave fresca e dinamica. Non sarà solo un concerto ma un’esperienza multisensoriale – come lo saranno tutte le iniziative programmate nel concept store di via Oberdan – durante il quale i cocktail serviti nei nuovi bicchieri della collezione Blueside Emotional Design,  si abbineranno a dolcetti e stuzzichini, creando un’atmosfera conviviale e raffinata.

Il 20 aprile, “Di guerra e di amore – I Cantautori raccontano” offrirà un tuffo nell’infinito archivio della canzone d’autore italiana, con riarrangiamenti di capolavori del genere da parte dei “Gian De Brughi”, gruppo nato appositamente per le iniziative del Club.

“Seduzioni alchemiche”, in programma il 18 maggio, cosisterà invece in un evento diverso: un’esperienza sensoriale  dedicata alla scoperta degli oli essenziali e delle loro proprietà, con la distillazione in diretta e cocktail alchemici. Questo evento sottolinea l’impegno del Blueside Jazz Club verso l’esplorazione di nuove dimensioni dell’esperienza umana attraverso l’arte.

Durante Umbria Jazz, a luglio, le “Note di vetro” presenteranno musica jazz dal vivo in tre serate speciali, assolutamente tematiche con il periodo dell’anno, evidenziando la nuova collezione di vetro soffiato “Blueside Summer 2024”.

Conferenza stampa Blueside JazzClub

Il programma del Blueside proseguirà all’insegna dell’arte dopo la pausa estiva: le danze ricominceranno con un vernissage il 21 settembre, intitolato “Al di là del sogno”, la prima personale di Anna Lepri. Altre iniziative accenderanno l’autunno-inverno 2024: tra queste, “Gocce di Splendore” e “Mondi”, che combineranno musica, arte e narrazione.

Il tutto si concluderà, come del resto l’anno,  il 14 dicembre a suon di Soul, con “The Soulfathers”, che accenderanno lo spirito natalizio del centro storico.

Sembra strano pensarci adesso…

Ad ogni modo, questo ricco programma culturale non è solo un calendario di eventi ma una dichiarazione d’intenti del Blueside Jazz Club, che ha il desiderio di porsi come nuovo attore custode e promotore della cultura e dell’arte in città.

Attraverso la sua programmazione, il club vuole dimostrare che la musica e l’arte non sono solo forme di intrattenimento ma veicoli di espressione culturale, ponti che collegano il passato al presente e aprono porte verso il futuro, anche attraverso la bellezza dei materiali come il vetro borosilicato, il quale sarà completamento atmosferico e materico di tutte le serate.

Altre informazioni sul Bluside Jazz Club, le iniziative ed allo showroom coniugato sono a questo link: https://www.blueside-
design.com/cataloghi.