Skip to main content

Ha 32 anni e può già vantare esperienze su set cinematografici italiani e stranieri d’epoca e di un certo spessore. Lui è Marco Fatica, eugubino, hair stylist da 10 anni, attualmente operativo a Perugia. Che si è ritrovato per due giornate a lavorare sul set di C’è ancora domani, tra agosto e settembre 2022, mentre era già impegnato su un altro set italiano, quello di ‘Finalmente l’alba’ di Saverio Costanzo, ambientato nella Roma degli anni ’50.

Un film ‘C’è ancora domani’, il primo da regista per Paola Cortellesi, che non fa che far parlare di sé, tra successo di pubblico e di critica e incetta di premi: il Biglietto d’oro e ben tre riconoscimenti alla Festa del cinema di Roma 2023; Menzione speciale miglior opera prima, Premio speciale della giuria e Miglior film votato dal pubblico.

La pellicola che ha superato i 27 milioni di euro di incasso al botteghino, è stata anche di recente incoronata dal New York times. La prestigiosa e autorevole testata, infatti, ha dedicato un articolo al successo dell’opera prima dell’attrice.

“Sono arrivato sul set del film della Cortellesi grazie a una mia amica e collega – racconta Marco –, con la quale avevo già lavorato in un set internazionale in Repubblica Ceca e, in quel momento, stavamo lavorando su quello di ‘Finalmente l’alba’. Servivano degli aiuti parrucchieri e quindi ho colto questa opportunità. Mi sono occupato, insieme ad altri colleghi, delle acconciature delle comparse. Ed è stata un’esperienza molto bella, anche se impegnativa, perché le acconciature d’epoca prevedono tutto uno studio dietro”. Un lavoro scrupoloso e preciso sulla base di una foto che danno al parrucchiere: “Bisogna fare la piega tale e quale, che poi va rifatta uguale anche nei giorni successivi, perché solitamente la stessa scena viene girata in più giorni. Quindi si lavora per due o tre ore iniziali prima di girare la scena e poi si rimane sul set per i ritocchi durante le riprese”. 

acconciatura d'epoca - su un set anni '50 - c'è ancora domani

Racconta anche della regista, sceneggiatrice e attrice italiana, Paola Cortellesi: “L’ho vista in scena l’ultimo giorno di ripresa e ho pensato che avesse una carica ed energia pazzesca, perché prima recitava e poi si rivedeva in camera. Lei è veramente bravissima in qualsiasi ruolo”. Marco non è la prima volta che si è cimentato in un’esperienza del genere. A novembre 2021, infatti, è stato a Praga per 15 giorni sul set del film ‘Chevalier’, diretto da Stephen Williams, uscito qualche mese fa su Prime video. La pellicola è incentrata sulla figura di Joseph Boulogne Chevalier de Saint-George, uno dei primi compositori e musicisti di ascendenza africana ad affermarsi nel panorama europeo del XVIII secolo.

Una passione, quella di Marco per le acconciature d’epoca, che ha sempre avuto, e che lo ha portato, tre anni fa, durante la pandemia, fino a Bologna, per seguire il corso, della durata di sei mesi, di Cinema hair stylist all’Accademia nazionale del cinema. Corso nato in risposta a una crescente richiesta di parrucchieri e acconciatori altamente specializzati nel mondo della settima arte. Una professione quindi strettamente a contatto con i set e i backstage delle grandi produzioni cinematografiche. Corso prevalentemente pratico, durante il quale si insegna anche l’applicazione di parrucche fino ad arrivare alle tecniche più sofisticate e complesse: “Si lavora partendo da quadri pittoreschi – racconta ancora Marco –, dal ‘700 ai primi anni ’90”.

Paola Cortellesi sul set di C'è Ancora Domani