Skip to main content

Un antico maniero, a lungo conteso tra Spoleto e Sellano, si erge silenzioso nel fitto bosco.

Real Umbria torna oggi ad esplorare con voi i castelli abbandonati meno conosciuti della regione.

L’Umbria è veramente costellata di piccole fortezze, avamposti doganali, roccaforti e torri di guardia, disseminate nel territorio per proteggere e per controllare una zona di passaggio, una regione alle porte di Roma, un luogo indiscusso di potere.

Affrontando una piacevole camminata nel verde, andiamo a conoscere quello che resta di una di queste fortezze inespugnabili: Rocca Brigida.

Rocca Alberici, meglio nota dalla popolazione locale come Rocca Brigida, è un tipico castello medievale umbro con funzione difensiva, sito tra i due piccoli borghi di Fonni e Postignano e costruito a circa 700 metri di altitudine.

Rocca Brigida - image

Controllato dalla città di Spoleto fin dal 1232, è degno di nota il fatto che il castello risulti tra le proprietà di Spoleto anche nel 1241, concesso alla città da Federico II.

Rocca Brigida è stata poi a lungo contesa con Sellano, che riuscì ad occuparla nel 1397, per poi doverla cedere ancora agli spoletini, fino ad ottenerne nuovamente il possesso, dopo alterne vicende, nel 1800.

Degli antichi fasti oggi rimane molto poco. Nel castello sono ancora visibili le due torri di guardia e una parte delle mura. Una torre è quasi completamente crollata. L’altra, alta oltre venti metri, svetta ancora imperiosa dal fitto bosco, diventando un punto di riferimento fondamentale per il visitatore, che attraverso i tortuosi sentieri della montagna voglia giungere a vedere questo maniero.

La strada migliore per arrivare alla rocca è sicuramente quella che parte dal borgo di Postignano. Seguendo le indicazioni del sentiero CAI si giunge facilmente al castello con una mezz’ora di cammino.

La vista di cui si può godere da qui sulle valli sottostanti e l’immersione nella natura sono parte integrante di questo viaggio e valorizzano con enfasi i ruderi di Rocca Brigida dimenticati dal tempo.

Un luogo questo che sembra emergere dalle nebbie fitte della storia ancora forte del suo antico potere, immerso in una natura lussureggiante, che merita assolutamente una visita da parte di tutti gli amanti dei luoghi fantasma.

Rocca Brigida copertina